Soldi

Metodi di Pagamento Online

In questa guida spieghiamo quali sono i principali metodi di pagamento online.

Carta di credito online
La carta di credito è un mezzo di pagamento utilizzato dal 99% degli shopping online e aziende che vendono servizi multimediali.
Con l’avvento di internet l’uso delle carte di credito ha avuto una crescita esponenziale.
La novità tra le carte di credito per la completa sicurezza è stata adempita dalle “carte di credito ricaricabili”.
Una delle prime carte di credito ricaricabili è stata concepita dalle Poste Italiane con la sua PostaPay; a seguire la maggior parte degli istituti di credito hanno creato le loro carte di credito ricaricabili.
Uno dei vantaggi in termini di sicurezza è dovuto al fatto che possiamo ricaricare la carta di credito dell’importo esatto per cui dobbiamo effettuare l’acquisto. Questo metodo a spinto gli internauti italiani ad incrementare gli acquisti sul web
Oltre ai pagamenti online, la carta di credito ricaricabile permette di prelevare dal proprio conto corrente del denaro senza dover recarsi al proprio sportello bancario.
La ricarica si effettua tramite l’accesso all’home banking messo a disposizione dal proprio istituto di credito.

Bonifico bancario
Il bonifico bancario è il metodo di pagamento più sicuro in assoluto.
Cedere a terze parti i propri dati bancari per il bonifico non vuol dire dare l’accesso al nostro conto corrente, al contrario con i dati del bonifico è possibile ricevere solamente del denaro.
Per un ulteriore certezza della sicurezza nel cedere i dati del bonifico a terzi è dovuta al fatto che nella maggior parte dei siti e-commerce si possono consultare liberamente i dati del bonifico bancario.
Con le nuove normative in vigore dal giorno 1 Gennaio 2008 bisogna fornire il codice IBAN, codice universale utilizzato anche per i pagamenti all’estero.
Adesso illustriamo i dati che servono per il bonifico bancario e cosa indicano:
– Nome e Cognome dell’intestatario del conto
– nome della banca e numero/indirizzo della filiale
– ABI: numero identificativo della banca
– CAB: numero identificativo della filiale
– CC: numero conto corrente
– CIN: una lettera dell’alfabeto
– IBAN: codice che contiene cin, abi, cab, cc
Per la compilazione è possibile vedere questa guida sul bonifico bancario.

Banche virtuali
Con l’avvento di internet e l’aumento del commercio elettronico sono nate delle banche virtuali.
Le banche virtuali sono come le banche reali, l’unica differenza è la facilità e l’immediatezza con cui si riesce ad aprire un conto corrente.
Solitamente le banche virtuali non hanno spese di apertura e chiusura del conto corrente, ovvero, account.
Le uniche spese che hanno le banche online sono le commissioni in percentuale sul transato: su ogni transizione ricevuta si ha una trattenuta.
Le banche virtuali hanno quasi gli stessi servizi delle banche tradizionali: trasferimento fondi tramite bonifico, carta di credito.
Tra i servizi aggiuntivi troviamo il pagamento tramite indirizzo mail, per pagare un utente è sufficiente fornire l’indirizzo di posta elettronica invece che le coordinate bancarie.

Servizi virtuali delle banche tradizionali
Con la crescita dei servizi multimediali offerti da internet, sempre più istituti di credito hanno dovuto adeguarsi alle nuove tecnologie.
Uno dei servizi che hanno il 100% delle banche tradizionale è l’”home bancking”, l’accesso al proprio conto corrente via internet per effettuare tutte le operazioni che solitamente si fanno dallo sportello bancario.
Tra le banche tradizionali non tutte si sono adattate nel fornire gli strumenti commerciali a coloro che hanno un’attività online tra cui il pagamento con carta di credito direttamente dal sito.
L’unico inconveniente delle banche tradizionali che offrono gli strumenti di pagamento elettronici è l’alta commissioni da pagare: commissioni su ogni transizione e canone annuale per usufruire del servizio.

Rischi
Con il termine “phishing” intendiamo un truffa da parte di hacker che accedono ed effettuano un trasferimento fondi non autorizzato.
Il servizio di home bancking è impenetrabile da tezse persone, definiamo l’home bancking completamente sicuro!
La sicurezza è data dal protocollo https che dobbiamo verificare nella barra degli indirizzi del browser prima di digitare le nostra password di accesso al conto virtuale.
Per rendere vulnerabile il proprio conto corrente e sufficiente fornire qualche dato a siti non autorizzati creati appositamente per il raggiro.
Solitamente si arriva a questo tipo di siti tramite e-mail non autorizzare inviate da spammer.
Il truffatore costruisce un sito graficamente identico a quello ufficiale facendo credere agli internauti meno esperti di avere a che fare con la nostra banca.
Per evitare qualsiasi tipo di truffa consigliamo di non fornire mai a nessuno le password e dati personali.
Nessun istituto di credito vi chiederà di spedirgli le vostre password per un aggiornamento del sistema o un ripristino dei dati persi.

Lascia un commento