Soldi

Come Utilizzaare l’ISM per Prevedere l’Andamento delle Valute

Il fondamento di ogni economia è il settore produttivo. Ecco perché il mercato è sempre consapevole e incentrato sul valore dell’Institute of Supply Management. Ciò è particolarmente vero nel caso degli Stati Uniti, dove il settore contribuisce per circa il 12% della crescita economica complessiva del paese. Anche se l’impatto che tale dato ha sul mercato è un po’ minore di alcuni altri valori, come i libri paga non agricoli e quello dei prezzi al consumo, offre un ottimo supporto per prevedere l’andamento della tendenza generale dei cambi. Vediamo le basi che ci sono nella costruzione di questo valore ISM manifatturiero e in che modo i dati possono essere interpretati per fare traffici sul mercato forex.

L’ISM è un indice rilasciato dall’Institute of Supply Management su base mensile. In parole povere, significa che la stessa indagine ha componenti diverse e che il dato totale segue gli stessi risultati. Prima di rendere pubblici i valori di questo dato, l’istituto fornisce le aspettative di diversi componenti, in particolare la futura produzione, l’occupazione, le scorte e i nuovi ordini.

Il valore di questo indice è quindi calcolato con un valore di 50 preso come punto di riferimento. Nel caso in cui il valore del ISM sia superiore a 50, allora abbiamo un segnale di espansione, mentre se il dato è inferiore a 50, allora si ha un’indicazione che il settore è in una fase di contrazione.

Data l’attualità di questo valore e la natura delle sue risposte, la relazione è ampiamente presa come punto di riferimento per anticipare l’andamento dell’economia statunitense. Ad esempio, una crescita del valore di questo dato può indicare anche una crescita della spesa e degli investimenti aziendali, che supportano la crescita economica.

Si tratta dunque di un ottimo indicatore che deve essere necessariamente preso in considerazione nel momento in cui si fa Forex.

Lascia un commento