Lavoro

Come Diventare Amministratore di Condominio

L’amministratore di condominio, è il professionista a cui deleghiamo la gestione del nostro condominio. Il suo ruolo prevede diversi compiti importanti. Conoscere le sue competenze, aiuta a pretendere che egli svolga con diligenza e accuratezza il proprio lavoro.

Per diventare amministratore di condominio non occorre necessariamente la laurea, basta anche un diploma di scuola media superiore. Risulta essere necessario infatti un diploma in discipline contabili o di geometra. Sono inoltre necessarie capacita’ di analisi, autonomia decisionale, capacita’ organizzative e gestionali, facilita’ nei rapporti con le persone, affidabilita’, capacita’ di ragionamento matematico.

Ma quali funzioni svolge un amministratore di condominio? Le sue attivita’ possono comprendere vari campi. Si va dalla piu’ importante che e’ quella di redigere bilanci di previsione e a consuntivo (prima della spesa e dopo la spesa) delle spese sostenute dal condominio, suddividendole fra tutte le famiglie sulla base dei metri quadri abitati e del numero dei componenti. Per fare cio’ deve riunire i condomini per l’approvazione dei bilanci di previsione e consuntivi e l’esame delle varie problematiche del condominio. Occorrono capacita’ di leader per tener testa a tante persone con idee discordanti, ma l’importante e’ essere motivati e non lasciarsi intimorire.

Il lavoro meno gratificante invece e’ sicuramente quello di riscuotere le quote condominiali e intervenire in maniera su segnalazione dei condomini in caso di malfunzionamento degli impianti di uso comune, quali ad esempio ascensore o impianti di condizionamento o riscaldamento centralizzato. Non occorre un investimento iniziale ne un corso di formazione prima di intraprendere questo lavoro. Infatti non occorre neanche un ufficio privato, basteranno i locali comuni del condominio che si decide di amministrare.

Se sei o vuoi diventare un amministratore di condominio, devi sapere che tra le tue competenze, hai l’obbligo di garantire che le decisioni prese in assemblea di condominio, siano realmente eseguite. Hai anche l’obbligo di far rispettare a tutti i condomini, il regolamento e tutti quei provvedimenti presi per la buona convivenza.

Se ti accorgi che le delibere, non sono state adottate con le maggioranze richieste dalla legge, in qualità di amministratore, devi riconvocare l’assemblea, e ripetere la votazione. Tra i tuoi compiti più importanti, c’è quello di intervenire nel caso un condomino non rispettasse il regolamento e le decisioni prese; se è il caso puoi anche richiedere l’intervento del giudice.

L’amministratore di condominio può dimettersi dal proprio incarico, ma deve seguire la procedura spiegata in questo articolo su Letteradidimissioni.net.

Si tratta quindi di una possibilità di lavoro molto interessante.

Lascia un commento