Altro

Come Rinnovare Carta di Identità

La carta di identità è uno dei documenti che è obbligatorio avere, per tutti coloro che sono residenti nel nostro paese. Questa racchiude tutti i dati che riguardano il soggetto a cui è attribuita, e serve ai fini di una identificazione personale.

Questa può essere richiesta al comune di residenza o presso l’anagrafe della propria città per gli extra comunitari. Si può richiedere a partire dai 15 anni di età.
Esiste sia in formato cartaceo che elettronico.

La carta di identità in formato elettronico non ha scadenza, e racchiude in essa anche il codice fiscale, che la rende quindi sempre valida.
Per quanto riguarda la versione cartacea, si ha invece una scadenza e deve quindi essere rinnovata.
Per rinnovarla basta recarsi all’ufficio comunale o municipale che è abilitato al rinnovo del documento. Vi verrà fornito un modulo prestampato da compilare con i propri dati. Questo deve essere firmato e riconsegnato all’impiegato comunale.

Se questo deve essere sostituito serviranno anche tre foto, altrimenti basta un timbro comunale sul vecchio documento a prorogare la scadenza per altri 10 anni.
Se il documento è scaduto occorre invece rifarlo da capo, e questo richiede il portare altri documenti per il riconoscimento, tipo il passaporto o la patente, e ristampare interamente il cartaceo ed opporre una firma davanti all’impiegato comunale che opporrà poi il timbro.

Altro

Come Richiedere Risarcimento per Esproprio di Pubblica Utilità

Purtroppo la pubblica amministrazione ha il potere di espropriare un bene privato per funzioni di pubblica utilità. Quando ci viene tolta una casa o un terreno, è un vero e proprio danno a cui non è possibile opporsi, ma solo chiedere un grosso risarcimento per il danno che ci viene arrecato.

Per ottenere questo risarcimento bisogna muoversi in anticipo, per esempio non conviene attendere che ci arrivi il decreto di esproprio, se avete il presentimento che l’amministrazione pubblica intende espropriare la vostra abitazione per costruire una strada, un parco ecc., conviene recarsi al comune o all’ente predisposto, per chiedere copia del provvedimento urbanistico e vedere quindi se si è interessati o meno con la propria proprietà.

Prima di firmare qualsiasi accordo è bene consultare il proprio avvocato, poichè le amministrazioni pubbliche cercano sempre di risarcire gli espropriati, è bene quindi farsi tutelare da un esperto, per ricevere quanto ci è realmente dovuto, sia dal punto di vita materiale che morale.

Il vostro legale può presentare opposizione all’esproprio , e l’amministrazione pubblica sarà quindi costretta a trovare un accordo per sbloccare la situazione.
Bisogna inoltre accordarsi per ricevere il risarcimento prima dell’inizio dei lavori, in modo che il denaro che ci è dovuto non finisca nel dimenticatoio del comune o dell’ente e rischiamo di aspettare anni per ricevere la somma di cui abbiamo bisogno magari per vivere da un’altra parte.

Lavoro

Come Cercare Lavoro Online

In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come cercare lavoro online.

Su Internet sono presenti diversi siti dove vengono raggruppate le proposte di lavoro disponibili in rete, il più conosciuto è probabilmente Infojobs. Su questi siti è sufficiente scrivere la mansione desiderata e la zona d’Italia o del mondo dove si vuole lavorare e subito il motore di ricerca ti seleziona le offerte inerenti e aggiornate del lavoro che cerchi.

Scrivi la mansione che ti interessa e la zona dove vuoi lavorare. Appariranno le offerte di lavoro aggiornate. Cliccando sulla proposta che ti interessa, sarai reindirizzato alla pagina dell’agenzia del lavoro, dell’azienda o simili che propone il lavoro. Rispondi alla proposta o direttamente o allegando il tuo curriculum formato europeo, ricordandoti di esprimere il consenso al trattamento dei tuoi dati in base al DPR, altrimenti non sarai considerato.

Il consiglio è di iscriverti direttamente ai siti delle agenzie o aziende che presentano le offerte di lavoro, in maniera da essere inseriti direttamente nella banca dati dell’agenzia e avere così maggiori possibilità di trovare lavoro. Ma più importante è fare il colloquio direttamente in filiale, in quanto chi è iscritto direttamente in filiale ha più possibilità di trovare lavoro rispetto a chi è iscritto solo on line.

Capita spesso che le aziende non si avvalgano dei motori di ricerca on line o di agenzie del lavoro. In questo può essere cercare direttamente sul sito internet dell’azienda di nostro interesse le proposte di lavoro aggiornate, registrandosi e rispondendo direttamente con candidatura apposita. Questo tipo di informazione può essere facilmente trovata tramite il sito Lavorareconnoi.com.

Inoltre, facendo riferimento alla città o paese o regione dove abiti, puoi cercare anche sui siti dei centri dell’impiego, o sui giornali locali che hanno sempre siti internet con lista delle offerte di lavoro aggiornate.

Soldi

Come Funziona la Surroga Mutuo

A causa della crisi economica sempre più famiglie si sono ritrovate in gravi difficoltà economiche e impossibilitati ad onorare le rate del mutuo che era stato sottoscritto in tempi più favorevoli, proprio per venire incontro alle famiglie e per far fronte ad una situazione di crescente emergenza, sono state proposte diverse agevolazioni.

Le famiglie dunque hanno potuto godere per esempio del Piano famiglia o del Fondo di Solidarietà, tra le alternative vi è poi anche la surroga.

Grazie alle liberalizzazioni introdotte dal decreto Bersani, dunque, le famiglie hanno la possibilità di trasferire il proprio mutuo presso l’istituto di credito che si riterrà più conveniente.

Inoltre tutte le spese connesse al trasferimento del mutuo sono a carico delle banche e dunque le famiglie non dovranno sostenere alcuna spesa aggiuntiva; alla banca che decida di accettare il trasferimento è invece fatto obbligo di concludere tutte le pratiche inerenti il trasferimento entro 30 giorni dalla richiesta del cliente.

Con la surroga viene quindi trasferito il proprio mutuo da un istituto di credito ad un altro; di fatto avviene l’estinzione del mutuo che si aveva con la vecchia banca e l’accensione di un nuovo mutuo per l’importo residuo presso il nuovo istituto di credito; di conseguenza sarà possibile rinegoziare come meglio si crede il nuovo finanziamento, ad esempio fisso o variabile, o per quanto concerne la durata; di conseguenza anche la rata subirà delle modifiche.

La richiesta alla nuova banca per l’accettazione del nuovo finanziamento dovrà essere fornita in forma scritta e di fatto la banca accetterà di concedere un mutuo a condizioni migliorative rispetto a quelle precedenti.

La surroga sarà poi resa formale tramite ‘atto unico’ approvato da un notaio e che comprenderà tutte le indicazioni relative al nuovo finanziamento.

Altro

Phishing – Cosa Bisogna Sapere

Phishing, nome inglese che descrive odiose truffe telematiche in cui, solitamente tramite la spedizione in massa di mail, si cerca di far abboccare gli ignari utenti per farsi dare i loro dati sensibili. Password di conti correnti, numeri di carte di credito. Sono truffe antiche e gli utilizzatori abituali della rete non ci cascano più.

Eppure sono inganni che ancora rendono visto che solo ieri è arrivata la notizia di una vasta operazione condotta dalla polizia postale di Perugia. 17 ordini di arresto tra Italia e Romania per colpire una vasta organizzazione criminale che aveva spillato oltre un milione di euro usando sistemi di phishing.

Oltre ai mandati di arresto europei spediti in Romania sono stati effettuati dei fermi a Milano, Padova e Novara. Centinaia i truffati che si sono visti colpire i propri conti correnti e che spesso se ne sono accorti anche a giorni di distanza visto che le somme prelevate non erano mai troppo grandi, giusto per non far insospettire i correntisti.

Ma vediamo cosa è esattamente il phishing. Il phishing è essenzialmente la richiesta di fornire alcuni nostri dati personali. Lo scopo è quello di carpire informazioni utili per accedere ai nostri conti correnti, ai nostri account paypal, ai crediti accumulati su vari servizi Internet, ecc…
Normalmente il truffatore contatta le sue vittime attraverso mail che riproducono fedelmente la grafica di famosi istituti bancari. Chi non ha mai ricevuto mail dal BancoPosta con la dicitura Attenzione, conto sospeso o Congratulazioni, ha ricevuto un buono di 100 euro.

Ecco un classico esempio di phishing. Banche ed assicurazioni non contattano mai gli utenti attraverso le e-mail, per cui è opportuno cestinare immediatamente questi messaggi. Meglio ancora spostarli nella cartella di posta indesiderata.