Soldi

Come Scegliere il Preventivo Giusto

Risult essere ormai consolidata tradizione per noi affrontare le esigenze di informazione riguardo fatti e pratiche di vita quotidiana, per
l’appunto partiamo dalle basi del vivere civile, per esempio come fare il nodo alla cravatta, fino ad argomenti più impegnativi come le leggi del codice penale che condannano alcuni reati contro il patrimonio.
Viste le richieste di tanti utenti approfondiamo l’argomento “Preventivi“ .

Oggi giorno ciascuno di noi ha esigenza di affrontare costi di ordinaria o straordinaria amministrazione, che si tratti di aziende o privati cittadini, bisogna attentamente scegliere a chi affidare i propri soldi e fiducia in cambio di un prodotto o un servizio.

Il web ha reso tutto questo possibile, accessibile e semplice per tutti; mediante motori di ricerca o siti specifici è molto facile mettersi in contatto con:
Idraulici – Elettrcisti – Carpentieri – Antennisti
Mobilieri – Arredo Ufficio – Parquet
Abbliamento per Cerimonia
Assicurazioni Auto
Mutui Personali e Prestiti
Credito al consumo e leasing

Se fino a qualche tempo fa era possibile al massimo ricercare la migliore polizza assicurativa per auto o prestiti di varia natura oggi ci si puo’ mettere in contatto davvero con ogni tipo di azienda.

Molti di voi sono ancora abituati ai soliti siti internet come pagine gialle (addirittura alcuni consultano gli elenchi cartacei). Fino a qualche anno fa i portali e gli elenchi di aziende erano di certo il miglior strumento per reperire fornitori di prodotti o servizi.
Oggi il dinamismo e l’interazione tra clienti e fornitori è possibile solo grazie a siti giovani e concettualmente lontani da obsoleti archivi alfabetici semplicemente divisi per categorie merceologiche.

Ecco 5 buoni consigli per trovare il risparmio ed il miglior preventivo su ciò che cercate:
Chiarezza nei prezzi di listino (con possibilità di variazione sui lavori personalizzati);
Semplicità delle informazioni, per un esempio è possibile vedere questo modello di preventivo su Tuaimpresa.net.
Motivazioni dettagliate sul prezzo, e schede tecniche complete e facili da capire (questo aiuta ad eliminare eventuali costi, ad esempio il trasporto, se riuscete a curarvene voi stessi piuttosto che componenti di un prodotto che non vi interessano, per esempio optional nell’acquisto di un auto)
Attenzione a preventivi troppo bassi (controllate e confrontate sempre a parità di prezzo i termini di tutela, garanzia e certificazioni di ciò che comprate), acquisti troppo convenienti non sempre corrispondono a buoni affari.

Molto interessante.

Soldi

Come si Calcola lo Sconto

Domanda semplice , ma ricorrente da parte di molti lettori. Vogliamo sintetizzare l’operazione matematica con un esempio pratico.

Una bella maglia vista in vetrina al prezzo di 28 euro riporta un bollino di sconto del 30% …quanto costerà la maglia al netto dello sconto?

28×30=840 840/100= 8,40 (valore dello sconto)

secondo passaggio: 28 (prezzo maglia) – 8,40 (importo da sottrarre)= 19,60 Prezzo scontato

Calcolare lo sconto in un solo passaggio è ancora piu semplice se si effettua il calcolo con la calcolatrice:

Digitare 28(prezzo intero) -(tasto meno) 30 (valore dello sconto) ed infine il tasto %= 19,60

Lavoro

Marketing – Significato e Definizione

In termini chiari e semplici, le attività e le strategie di marketing consistono nel rendere disponibili dei prodotti che soddisfino i clienti, e fare incrementare i profitti delle compagnie che li offrono. Il succo è questo.

Il marketing produce degli effetti a vantaggio di entrambe le parti:

Il consumatori hanno un prodotto che soddisfa il loro bisogni e
le compagnie fanno dei profitti. ( Questi profitti permettono all’azienda di continuare la sua attività e di soddisfare i bisogni dei clienti futuri).
La focalizzazione su cosa vuole il cliente è essenziale per un buon marketing. L’orientamento al cliente deve essere bilanciato con gli obiettivi dell’azienda di mantenere un volume di vendite profittevole, per poter continuare a lavorare. Il marketing ha bisogno di creatività, ed è una continua gestione delle attività atte a raggiungere i due obiettivi appena citati.

Altra definizione. Il marketing è il processo di pianificazione ed esecuzione della concezione, pricing (determinazione del prezzo), promozione, e distribuzione di idee, beni, e servizi per soddisfare il cliente e gli obiettivi della compagnia.
In questa definizione troviamo conferma dell’importanza dell’orientamento al cliente, la concezione. Questo significa partire con lo scoprire quali prodotti vogliono comprare i clienti.
Il processo continua con la determinazione del prezzo e fare poi in modo che il potenziale cliente venga a conoscenza del prodotto; e per finire, bisogna rendere disponibile il prodotto.

Quali Attività Vengono Svolte con Il Marketing?
Le attività di marketing sono numerose e varie perchè comprendono tutto quello che bisogna fare per trasformare un semplice disegno/concetto in una realtà concreta da cedere al cliente.
Disegno del prodotto, ricerca e pricing, promozione mediante pubbliche relazioni e pubblicità, sono tutti aspetti che riguardano il marketing.

Banca

Come Funziona il Rid

In questa frenetica società che spesso ci fa dimenticare anche di mangiare, figuriamoci se si ha tempo di pensare di fare la fila per pagare le bollette,anzi è una cosa della quale ci si dimentica.

E’ per questo che le tecnologie ci vengono nuovamente in aiuto con il Rid,ossia i “Rapporti interbancari diretti“,un metodo di pagamento che sta ormai prendendo il sopravvento su quelli tradizionali faccia a faccia, allo sportello.

Ma cos’è la domiciliazione bancaria e come si usa?

Si tratta di una procedura elettronica interbancaria che consente,previa autorizzazione dell’intestatario del conto,l‘addebito diretto sul conto di spese periodiche,quali appunto le bollette,evitando così di fare interminabili file e perdite di tempo allo sportello.

Richiedere questa modalità di pagamento non è difficile anzi,tutt’altro perchè ormai tutti i grandi gruppi bancari e anche la posta consentono ai propri clienti di usufruire di questo servizio.

La procedura si può richiedere in ogni momento direttamente alla banca presso cui si ha il conto, compilando l’ apposita richiesta e segnalando i dati del contratto di fornitura. Per l’attivazione del RID è necessario che il titolare del Conto Corrente apponga la propria firma su un modulo standard fornito dalla banca.

Una volta presentata tutta la documentazione, gli importi verranno direttamente addebitati sul conto.

Ad ogni pagamento si riceverà un preventivo avviso.

L’addebito avviene con precisione il giorno di scadenza del debito o, in caso di festivi, il giorno lavorativo successivo.

Il creditore riceverà i pagamenti in pochissimo tempo evitando di incorrere nella temutissima mora.

E’ sempre possibile controllare i prelievi effettuati direttamente dall’ estratto conto, tramite la lista dei movimenti o le bollette che continueranno ad arrivare in anticipo a casa, con la scritta “domiciliata in banca”, così che si possano segnalare inesattezze.

Soldi

Come Utilizzare l’Indice MACD

Ci occuperemo di esporre gli accorgimenti logici ed operativi che bisogna porre in atto, affinché si costruisca un buon indice macd.

L’uso di parametri prefissati nell’applicazione dell’indice macd non è sempre funzionale alle nostre esigenze. Dunque, se si è alle prime armi con l’indice macd è bene sapere che la natura del modello matematico impiegato è di tipo parametrico e possiamo con discrezionalità adattarlo al tempo di investimento (tattica di brevissimo termine o strategia di medio/lungo termine), al mercato in cui si opera (caratteristiche predominanti riguardanti ad es. la volatilità), ai titoli in cui si desidera investire.

La costruzione dell’indice macd
Nelle sue applicazioni standard, l’indice macd prevede l’utilizzo della combinazione di due medie mobili esponenziali, di cui una a 12 giorni e l’altra a 26 giorni. E’ possibile cambiare il lasso periodale, così come il tipo di media impiegata. Può risultare utile combinare l’indice macd con altri strumenti di interpretazione grafica ed analitica.

Che cosa è l’indice macd? Non è altro che la differenza fra due medie mobili di diversa reattività.

Graficamente, il punto di incontro tra le due curve, reagenti ai prezzi o quotazioni, rappresenta come una sorta di fase di rottura ciclica o atipicità prevedibile in cui è da rilevare un trend in rialzo o in ribasso.

Colui che cerca di cogliere informazioni previsionali, a partire dall’indice macd, deve cercare di anticipare il trend, sfruttando eventualmente i picchi di ascesa e discesa dei prezzi. Quindi, dovrà cominciare a muoversi già prima del punto di incontro tra le due curve, salvo falsi segnali dell’indice macd.

L’informazione che ne possiamo carpire è di natura duplice:

– L’anticipazione del trend di mercato (L’indice macd, visto matematicamente come la differenza fra le due medie)

– La forza o intensità oscillatoria ex-post la rilevazione dei prezzi di chiusura, per poter capire attraverso l’indice macd ed una media mobile riferita ad un lasso periodale dato dalla differenza fra i 2 periodi (graficamente: linea di segnale; matematicamente:media mobile di forza), con che approssimazione bisogna fidarsi della portata informativa del modello matematico

Come capire se ci si trova di fronte a falsi segnali?
L’esperienza nell’impiego ed interpretazione di tale modello matematico, ha condotto l’investitore a cogliere, a partire da alcune informazioni, la rappresentatività o meno dello strumento di analisi di mercato stilizzato, dal punto di vista concettuale e matematico.

In gergo borsistico:

– Il trend “Orso” è riferito ad un trend ribassista dei prezzi

– Il trend “Toro” è riferito ad un trend rialzista dei prezzi

E’ molto importante capire se ci si trova in una fase di “inversione di rotta”: se ad es. graficamente il modello si comporta come se la differenza fra l’indice macd e la media mobile di forza sia positiva (taglio della linea di segnale) ma senza che si parta da un trend Orso, potrebbe trattarsi di falsi segnali. E viceversa.

Come comportarsi? Verificare l’informazione predittiva dell’indice macd, attendendo pazientemente se nelle prossime chiusure delle sedute borsistiche, il trend Toro trova conferma. In questo caso, l’indice macd è ancora valido.

Quindi, due sono le indicazioni per capire l’attendibilità dell’indice macd:

– La dinamica del modello e non solo la direzione del trend, nel senso che il punto di rottura deve succedere ad una fase anticipatrice sufficiente a cogliere la “tipicità” ciclica del movimento dei prezzi

– L’intensità oscillatoria, ovvero la formazione di picchi in ascesa o riduzione dei prezzi. Le informazioni che ne conseguono aumentano, ma vi è anche maggiore rischio di falsi segnali, per l’alta volatilità del titolo (profilo dolce o slant divergence vs profilo appuntito o peak-trough divergence).

Molto interessante.